Snow Leopard aumenterà il vostro spazio su disco :)

Oltre alle tecnologie utilizzate da Snow Leopard per ridurre al minimo lo spazio occupato dai driver delle stampanti (nelle precedenti versioni, se decidevate di installarli tutti, questi potevano occupare svariati GB), cambia il modo di misurare i GB di spazio dei vostri dischi. In particolare, invece che in base 2 (come comunemente calcolato) lo spazio su disco viene ora mostrato in base 10, come specificato da questo documento:

http://support.apple.com/kb/TS2419

Cosa significa? Che se un disco riporta come capienza 320GB (da specifiche del produttore), questo riporterà effettivamente 320GB anche in Mac OS X Snow Leopard e no, come nelle precedenti versioni, “qualcosa meno” di 320GB (a causa del conteggio dello spazio in base 2).

Insomma, tutti i nostri dischi mostreranno maggiore capienza con Snow Leopard installato, anche se in realtà sarà la medesima di prima 🙂

Captive networks iPhone OS3.0 exploit

Mi piace molto la funzionalità introdotta in iPhone OS 3.0 per quanto riguarda le captive networks, ovvero gli hotspot che richiedono l’autenticazione. iPhone apre automaticamente Safari con la pagina per il login e la password.

Ma se l’access point fosse “malevolo”? Potrebbe anche accaparrarsi un sacco di vostri cookie… o peggio. A parte la musichetta odiosa (che palle ‘sti hax0rz sembra che non ascoltino altro) il video potrebbe essere interessante anche per voi.

Riassunto? Attenti alle reti wireless che joinate! Non cliccate su tutte le reti wireless che trovate, ma solo su quelle che vi aspettate che esistano (ad esempio informatevi se nell’albergo o nell’aeroporto in cui vi trovate esiste una rete fornita da t-mobile o Orange, e usate quella…)

http://remote-exploit.blogspot.com/2009/07/iusability-pwned.html

Snow Leopard o non Snow Leopard? Questo è il problema!

Recentemente, più persone mi hanno domandato se vale la pena di aggiornare a Snow Leopard. Avendo avuto la fortuna di riceverlo come Developer Preview e utilizzandolo quindi da ormai più di 2 mesi, ecco il mio personale parere:

Devo dire che in pratica è “Leopard 10.5.9” visto che per l’utente finale cambia ben poco.
Esteticamente non cambia nulla tranne pochissimi dettagli, e di default si avvia usando il kernel 32-bit per compatibilità con i driver delle periferiche (ad es. il mio mouse logitech e dischi NTFS).

Ma avviandolo a 64-bit (tenendo premuti i tasti 6 e 4 sulla tastiera all’avvio) i miglioramenti si notano nelle applicazioni che Apple ha riscritto quali Finder, Mail e Safari 🙂
Le altre, in attesa che escano le versioni ottimizzate per Snow Leopard, rimarranno identiche a Leopard. Attualmente SL avvierà il kernel a 32bit per maggiore compatibilità, in attesa dei driver delle periferiche sviluppate dai produttori e non già incluse nel S.O. (ad es il mio mouse logitech funziona ma non sfrutta tutti i tasti per questo motivo).

Il mio consiglio è di aspettare 1-2 mesi che vengano aggiornate alcune applicazioni tipo macports e fink e, se avete dei programmi in Java che vi interessano, sappiate che SL supporta solo Java 6 ( a 32 e 64 bit) e ha tagliato i ponti col passato, quindi se qualche applicazione che vi serve necessita di JVM 1.4 o 1.5 e non supporta la 1.6 dovete aspettare l’aggiornamento di tale applicazione.
Tanto prima o poi toccherà aggiornare, perchè l’update a soli 29 euro farà in modo che l’adoption di SL sia parecchio alta, e in più alcune feature nelle applicazioni sono specifiche di Snow Leopard (quali Blocks e Grand Central Dispatch) quindi usciranno applicazioni che le sfruttano, e le differenze si noteranno.

In particolare, io ho dovuto aggiornare necessariamente le seguenti apps:
– cyberduck
– Neooffice (basato su Openoffice) alla v 3.qualcosa

Non funziona invece  il programma di Matlab per effettuare la registrazione del programma, mentre Matlab si (colpa di Java)

Ah Snow Leopard supporta Exchange di default per Mailboxes e Calendars…. è una cosa che vi preme moltissimo?